.
Annunci online

enzomontanari
Scusate il ritardo
 
 

14 ottobre 2009
Democrazia? Ghe pensi mi"
 

Democrazia? Ghe pensi mi"

 

La bocciatura del lodo Alfano non ha intaccato l'ottimismo di Berlusconi che invita gli industriali di Monza alla ribellione: "Voi pensate a produrre, alla democrazia e alla libertà ci penso io". Sei d'accordo?

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Ghe Pensi mi Costituzione statista

permalink | inviato da EnzoMontanari il 14/10/2009 alle 20:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
7 ottobre 2009
Chi si loda si sbroda!

Bocciato!
Il Lodo non solo è immorale ma è anche anticostituzionale. La Corte Costituzionale boccia il Lodo Alfano
Berlusconi ha detto:«Vado avanti, la corte è di sinistra»

Non passa lo «scudo giudiziario» per sospendere i processi alle quattro più alte cariche dello Stato. Dopo due giorni di camera di consiglio, i giudici della Consulta hanno deciso di giudicare non costituzionale la legge voluta dal Pdl di Berlusconi. Ancora incerti gli scenari politici. L'avvocato dello Stato, Glauco Nori nella sua memoria difensiva ventilava il rischio di dimissioni del premier in caso di bocciatura del Lodo.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi corruzione lodo lodo alfano

permalink | inviato da EnzoMontanari il 7/10/2009 alle 21:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
LAVORO
8 dicembre 2008
Per non dimenticare il 6 dicembre 2007.
TORINO 6 dicembre 2007 Per non dimenticare. 
Non so chi abbia dato alle morti sul lavoro il nome di MORTE BIANCA. 
Come è scritto in una poesia di Maria Lupo, che mi ha inviato un amico di nome Massimo Turini, le morti sul lavoro hanno altri colori e non certo il BIANCO.
Troppo spesso ci si dimentica di quello che avviene nei luoghi di lavoro e sempre più spesso quando si muore in modo così atroce per fare il proprio dovere è sempre causa dell’'indifferenza.

Pensando a questi casi ho una sensazione di angoscia e  senso di colpa perché penso che l’indifferenza a volte sconfina nella complicità.
Cercherò di condividere questa bella poesia con tutti i miei amici per non dimenticare mai la morte di Antonio Schiavone, Roberto Scola, Angelo Laurino, Bruno Santino, Rocco Marzo, Rosario Rodinò e Giuseppe Demasi.



politica estera
5 novembre 2008
Il sogno americano, il sogno di Marti Luther King.

Barack Obama presidente degli Stati Uniti.

Quel grande sogno di Martin Luther King si è realizzato.
Questo poteva sembrare impossibile solo un anno fa.

Io personalmente sono fiero di far parte di una generazione che ha potuto assistere ed apprezzare questo evento EPOCALE.

Spero che il mondo ne sappia trarre il massimo dei benefici e sappia realizzate tanti altri grandi sogni.



 


POLITICA
16 ottobre 2008
La MUNNEZZA DEL NAPOLETANO
Non c'è bisogno che proprio io lo dica,  ma lo dico lo stesso, fosse che non si capisca chiaramente il mio pensiero:

Nella primavera scorsa, intere popolazioni della Campania e del napoletano, scesero in piazza per protestare contro “LA MUNNEZZA”.

Contro le discariche nelle vicinanze di casa, contro le discariche in genere, contro i termovalorizzatori, contro gli iceneritori, contro la mondezza stessa.

Cumuli di immondizie erano depositati sulle strade in bella vista per essere immortalate da filmati per la campagna elettorale.

Le intere popolazioni che a volte protestavano vivacemente di giorno, erano le stesse che  coprivano e difendevano gruppetti sparuti di delinquenti organizzati che a bordo di motociclette di grossa cilindrata passavano le nottate a fare la spola da una strada all’altra bruciando,  rovesciando e spaccando i cassonetti stracolmi di puzzolenti immondizie.

Secondo me, i cumuli di mondezza napoletana  era uno dei tanti capitoli di una più vasta campagna elettorale iniziata, anzi mai terminata dalla precedente delle politiche del 2006.

Le discariche erano ormai sature e i termovalorizzatori non riuscivano ad essere completati a causa di questi "MOTI POPOLARI" aizzati a bella posta..

Questi moti erano distribuiti sul territorio con veri e propri piani strategici e sicuramente sembravano capeggiati da manipoli di giovani militarizzati e organizzati.
Finanziati da vere società srl e dalla camorra che secondo me si erano unite già dal 2006, poco prima della nascita del governo Prodi destinato a caderere presto.


Atti di guerriglia urbana fomentati con largo anticipo per affossare la conclusione dei termovalorizzatori, iniziati e quasi terminati da Prodi ma osteggiati da Camorra e da Grillo.

Oggi, i termovalorizzatori iniziati da Prodi sono in via di conclusione e i cassonetti non vengono più rovesciati

sfoglia
dicembre       
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Feed
blog letto 1 volte